Accademia Tadini

Accademia Tadini
Ha sede nel palazzo neoclassico voluto dal conte Luigi Tadini in Lovere per ospitare le tadiniproprie collezioni d’arte.
Un’immagine dipinta all’interno dell’edificio ne ritrae l’aspetto antico, rimasto sostanzialmente invariato, e ne sottolinea il rapporto con il paesaggio, accentuato dalle finestre che offrono un meraviglioso panorama sul lago.
Il Palazzo viene costruito nel 1821 su progetto dell’architetto Sebastiano Salimbeni, nipote di Tadini.
La galleria comprende opere pittoriche di proprietà del conte Tadini, opere che egli conservava nelle case di proprietà nel veronese, ma non solo, furono comprati molti dipinti in occasione della soppressione di chiese e monasteri o da famiglie bisognose. Questi dipinti sono vere e proprie opere d’arte del ‘400, ‘500, ‘600, 700, tra cuiun importante nucleo di opere di Antonio Canova.
L’Accademia Tadini fa parte della Rete Museale dell’Ottocento Lombardo.