Riva di Solto

Riva di solto

Se siete assaliti dalla voglia di proseguire il vostro itinerario alla ricerca ostinata di qualcosa che ricorderete per tutta la vita, preparatevi allora a visitare una delle località più pittoresche del Sebino.
Riva di Solto, il paese della Sardina di lago.
Dopo aver percorso pochi chilometri di costa verso Lovere, in cui tratti di verde irrequieto si alternano ad insenature dalla natura primigenia, eccoci immersi in un borgo dall’antico fascino adagiato sul lago d’iseo.

Il silenzioso lungolago, ospita i tavoli dei bar all’ombra di giovani palme, qui è piacevole trascorrervi rilassanti momenti interrotti soltanto dal fragile fluttuare delle onde guardando la sponda opposta fino alle irte cime del Trentapassi.

A Riva di Solto antichi palazzi prospicienti il lago celano all’interno corti d’altri tempi. Il Palazzo Polini del ‘500 exmonastero, custodisce internamente la corte porticata e pregevoli affreschi. Un tempo, prima che costruissero la strada provinciale, l’acqua lambiva la facciata su cui oggi si trova l’ingresso sormontato da uno stemma gentilizio.

Da Vedere

PARROCCHIALE

Si trova in prossimità della torre medievale. Parrocchiale di Riva, fu costruita nel ‘700 e in seguito ampliata. La facciata arricchita da decorazioni barocche si sviluppa in due ordini: il primo con lesene ioniche e due nicchie con statue tra cui quella di S. Nicola ; il secondo con lesene ioniche e vetrata. All’interno, a tre navate, una tela con S. Nicola di Bari, e vari dipinti tra cui “la Madonna del Rosario”, “Gesù incoranato di spine”, “ l’Immacolata”

PALAZZO MARTINONI

All’inizio del paese si trova l’imponente palazzo della nobile famiglia Martinoni. Al piano terra si trova il bel portico affrescato, concortile. Il giardino di pertinenza, che un tempo arrivava fino al lago fu staccato dal palazzo per la costruzione della strada litoranea.Adiacente a questa struttura fu fatta costruire dal conte Martinoni una grande casa in pietra, nel cui sotto interrato si trova la cantina in cui veniva conservato il vino prodotto nella zona.

PALAZZO POLINI

Costruito nel Cinquecento. Dalla provinciale notiamo il bel portale d’ingresso sormontato da stemma gentilizio. Anticamente era un monastero a cui era accorpata parte dell’antica struttura difensiva del paese (1200). Nel ‘700 vi abitarono i Conti Martinoni. Interessante la corte porticata con volte a crociera e i pregevoli affreschi dell’interno. Prima che costruissero la provinciale nel 1905 l’acqua del lago lambiva la facciata dell’edificio, era quindi possibile arrivare al portone d’ingresso con le imbarcazioni.

All’estremo nord del paese si nota un tozza torre che faceva parte del sistema difensivo dell’abitato.

Il turismo è incentivato dal Camping Trenta Passi, struttura ricettiva posta direttamente sul lago, ideale per trascorrervi una vacanza in totale libertà e sempre a contatto con la natura. A Riva di Solto potrete trascorrere un piacevole fine settimana tra arte, storia e cultura culinaria per assaggiare i piatti della tradizione a base di pesce di lago.

E non finisce qui!!! L’itinerario prosegue in direzione Fonteno: l’ardua salita vi regalerà scorci panoramici meravigliosi. Dopo alcune curve, sulla sinistra noterete il ristorante Bellavista con grande veranda panoramica all’aperto. In località Zorzino in posizione panoramica tra ulivi centenari, sorge uno degli hotel più prestigiosi del lago d’iseo: l’Hotel Miranda. Ancora più su per pochi chilometri seguendo la segnaletica direzionale per Fonteno, percorriamo una strada dove ci lasceremo tentare dalla bellezza dei panorami a scattare foto ricordo.