Salumi del lago d’Iseo

Salumi del lago d’Iseo
In tempi remoti a Montisola si produceva il salame in casa, alla sua preparazione partecipava tutta la famiglia. La lavorazione avveniva esclusivamente a coltello in modo da ottenere un impasto composto da grossi pezzi di carne suina. Dopo l’insacco nel budello veniva appeso per 30 giorni e poi consumato.
Preaparazione
La carne viene tagliata a pezzetti con il coltello anziché tritarla nel tritacarne; a parte si prepara la miscela delle spezie, si schiaccia l’aglio e lo si mette a riposare nel vino.
Il tutto viene poi miscelato con la carne formando un impasto ben omogeneo.
Si insacca in budelli naturali.
Dopo 5-6 gg si affumicano i salami per una notte con fumo di legno di ginepro.
Una volta affumicati vengono riposti in cantina.
La stagionatura è di un mese circa.
La tradizione consiglia di conservarli coperti di grasso (sugna) in luoghi asciutti e freschi.

Caratteristiche organolettiche:
Gusto caratteristico, affumicato, dolce e speziato
Come si consuma:affettato.

AlbanianArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianNorwegianPortugueseRussianSpanishSwedish